• Youtube
  • Flickr
  • Linkedin
  • Notizie
  • Video

Davanzali e Copertine prefabbricati ULMA

Gamma prodotto

Prefabbricati su misura in calcestruzzo polimerico

Offriamo soluzioni su misura per soddisfare progetti differenziati e particolari sia in opera nuova che in ristrutturazione. Risolviamo con agilità soluzioni innovative e adattate a ogni necessità, basandoci sull’esperienza del nostro dipartimento tecnico di prodotto.

Il nostro obiettivo è ottenere una finitura estetica personalizzata per soddisfare progetti differenziati e particolari. "Offriamo ciò di cui ha bisogno il cliente con le risorse necessarie e il tempo adeguato".

Davanzali e Copertine Prefabbricati

La linea di prefabbricati architettonici disegna, fabbrica commercializza pezzi destinati a essere incorporati come coronamento in qualsiasi progetto costruttivo. La sua ampia gamma di prodotti offre risultati di resistenza e impermeabilità molto superiori a quelli di altri materiali.

Presentano inoltre finiture estetiche di qualità, personalizzando il risultato finale di ciascun progetto. I nostri pezzi offrono un alto rendimento di collocazione in opera, grazie alla loro facilità di installazione e manipolazione dovuta alla loro leggerezza.

 

Definizione Battiscopa Industriali

Lo zoccolo è un pezzo prefabbricato di rivestimento che si colloca perimetralmente sulla parete e confinante con il pavimento, il cui obiettivo è la protezione igienica e contro gli urti.


Gli zoccoli di ULMA proteggono la parete, impermeabilizzano e raccordano l'unione della parete con il pavimento. Sono igienici e adeguati per l'industria alimentare, nonché conformi alla normativa HACCP.(Hazard Analysis and Crtitcal Control Points).


Riescono a eliminare qualsiasi giunzione tra il pavimento e la parete minimizzando l'accumulo di alimenti. In questo modo si evita la proliferazione batterica, rendendo la pulizia di questa zona più rapida e semplice.

Zoccoli Industriali

Battiscopa industriali Modelli

Contamos con 11 modelos, que varían en tamaño y nivel de protección y disponibles en dos diseños: de media caña y con rebaje.
  • Diseño de media caña: En su parte visible más inferior forma un ángulo de media caña entrela pared y el suelo, para cumplir las normas CE.
  • Con rebaje: Cuentan con un rebaje de 10 ó 15 mm para poder instalarlos encima de una media caña ya existente en el revestimiento del suelo
  • UZ1-10S zócalos industriales UZ1 UZ1-10S
  • C Larghezza appoggio: 10cm.
    D Larghezza totale: 2,8cm.
    Lunghezza standard: 100cm.
  • Scheda
  • UZ2-16S zócalos industriales UZ2 UZ2-16S
  • C Larghezza appoggio: 16cm.
    D Larghezza totale: 10cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ2-20S zócalos industriales UZ2 UZ2-20S
  • C Larghezza appoggio: 20cm.
    D Larghezza totale: 5,3cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ2-30S zócalos industriales UZ2 UZ2-30S
  • C Larghezza appoggio: 30cm.
    D Larghezza totale: 7,4-7,5cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ2-30N zócalos industriales UZ2 UZ2-30N
  • C Larghezza appoggio: 30cm.
    D Larghezza totale: 4,5cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ3-30N zócalos industriales UZ3 UZ3-30N
  • C Larghezza appoggio: 30cm.
    D Larghezza totale: 9cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ3-30ST zócalos industriales UZ3 UZ3-30ST
  • C Larghezza appoggio: 30cm.
    D Larghezza totale: 10cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ3-40S zócalos industriales UZ3 UZ3-40S
  • C Larghezza appoggio: 40cm.
    D Larghezza totale: 11,5cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ3-40N zócalos industriales UZ3 UZ3-40N
  • C Larghezza appoggio: 40cm.
    D Larghezza totale: 9cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ3-50N zócalos industriales UZ3 UZ3-50N
  • C Larghezza appoggio: 50cm.
    D Larghezza totale: 9cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
  • UZ4-30S zócalos industriales UZ4 UZ4-30S
  • C Larghezza appoggio: 30cm.
    D Larghezza totale: 17,5cm.
    Lunghezza standard: 50-100cm.
  • Scheda
 
Zócalos Industriales Modelos
Selezioni il suo in funzione del
Livello di Protezione di cui ha bisogno, dell'altezza e della forma.
 

Battiscopa industriali Livello di Protezione

Nell'industria alimentare e farmaceutica la qualità e l'igiene sono di vitale importanza. Le dure condizioni di lavoro (traffico intenso, ritmo di lavoro intenso, umidità del suolo) accelerano il deterioramento di pareti e corridoi,

Perché gli zoccoli ULMA sono la protezione perfetta contro carrelli, transpallet e carrelli elevatori. Disponiamo di 4 livelli di protezione così differenziati:

  • UZ1 Protezione sanitaria nei magazzini, nelle camere refrigerate, nei supermercati. Ambienti in cui non si utilizzano carrelli o transpallet.
    • UZ1 - 10S
  • UZ2 Protezione di pareti contro trolleys, transpallet, transpallet elettrici in magazzini, camere refrigerate, laboratori, aree di produzione.
    • UZ2 - 16S
    • UZ2 - 20S
    • UZ2 - 30S
    • UZ2 - 30N
  • UZ3 Protezione di pareti con pannelli contro carrelli elevatori in magazzini, camere refrigerate, aree di produzione, banchine di carico, etc.
    • UZ3 - 30N
    • UZ3 - 30ST
    • UZ3 - 40S
    • UZ3 - 40N
    • UZ3 - 50N
  • UZ4 Protezione di pareti con pannelli contro carrelli elevatori di grande tonnellaggio in magazzini, camere refrigerate, aree di produzione, banchine di carico, etc.
    • UZ4 - 30S

Battiscopa industriali Vantaggi

  • Installazione rapida e consistente Installazione rapida e consistente

  • Riparabile e sostituibile Riparabile e sostituibile

  • Minima manutenzione Minima manutenzione

  • Anticorrosivo Anticorrosivo

  • Alta durevolezza Alta durevolezza

  • Antibatterico Antibatterico

  • Termo-resistente Termo-resistente

  • Resistente agli urti Resistente agli urti

  • Impermeabile Impermeabile

  • Adattato per l'industria alimentare (normativa HACCP) Adattato per l'industria alimentare (normativa HACCP)

Battiscopa industriali Consigli

Angoli

Per la posa dei pezzi negli angoli si utilizzano direttamente i pezzi di coronamento, collocando le loro parti testa a testa con un angolo di 90º.

Angoli

Per l'esecuzione degli angoli si utilizzano i pezzi di coronamento. Questi vengono forniti con un taglio a 45º.

 
 

Davanzali prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Los vierteaguas de ULMA Architectural Solutions son las piezas destinadas a evacuar el agua de lluvia en los vanos de ventana. Ideal para cualquier tipo de construcción tanto por su sencillez de colocación como por su estética
  • Recto vierteaguas L
  • A Larghezza appoggio: 12-51cm.
    B Larghezza totale: 14,5-53,5cm.
    Lunghezza massima: 150-260cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra vierteaguas L
  • A Larghezza appoggio: 12-51cm.
    B Larghezza totale: 14,5-53,5cm.
    C,D standard: 50-53,5cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo vierteaguas L
  • A Larghezza appoggio: 12-51cm.
    B Larghezza totale: 14,5-53,5cm.
    L standard: 50-130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto vierteaguas LH
  • A Larghezza appoggio: 12-46cm.
    B Larghezza totale: 14,5-48,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
  • Recto vierteaguas H
  • A Larghezza appoggio: 12-46cm.
    B Larghezza totale: 14,5-48,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra vierteaguas H
  • A Larghezza appoggio: 12-46cm.
    B Larghezza totale: 14,5-48,5cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo vierteaguas H
  • A Larghezza appoggio: 12-46cm.
    B Larghezza totale: 14,5-48,5cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto vierteaguas T
  • A Larghezza appoggio: 31-46cm.
    B Larghezza totale: 34,5-49,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra vierteaguas T
  • A Larghezza appoggio: 31-46cm.
    B Larghezza totale: 34,5-49,5cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo vierteaguas T
  • A Larghezza appoggio: 31-46cm.
    B Larghezza totale: 34,5-49,5cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto vierteaguas Y
  • A Larghezza appoggio: 18-28cm.
    B Larghezza totale: 20,5-30,5cm.
    Lunghezza massima: 170cm.
  • PDF Scheda
 

Copertine prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Las piezas de albardillas de ULMA Architectural Solutions son para rematar la coronación de un muro que tienen por objeto el que resbalen por el paramento las aguas pluviales y evitar que penetren en el mismo.
MA. Dos aguas
MB. Un agua
MJ. Plana
MO. Dos aguas
  • Remate albardillas MA
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-47cm.
    Lunghezza standard: 50-75cm.
  • PDF Scheda
  • Recto albardillas MA
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-47cm.
    Lunghezza standard: 100-147cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra albardillas MA
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-47cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo albardillas MA
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-47cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
  • Remate albardillas MB
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto albardillas MB
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra albardillas MB
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo albardillas MB
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
  • Remate albardillas MJ
  • A Larghezza appoggio: 12,5-40cm.
    B Larghezza totale: 17,5-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto albardillas MJ
  • A Larghezza appoggio: 12,5-40cm.
    B Larghezza totale: 17,5-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra albardillas MJ
  • A Larghezza appoggio: 12,5-40cm.
    B Larghezza totale: 17,5-45cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo albardillas MJ
  • A Larghezza appoggio: 12,5-40cm.
    B Larghezza totale: 17,5-45cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
  • Remate albardillas MO
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Recto albardillas MO
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 10,9-45cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • Escuadra albardillas MO
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    C,D standard: 50cm.
  • PDF Scheda
  • Curvo albardillas MO
  • A Larghezza appoggio: 12-40cm.
    B Larghezza totale: 17-45cm.
    L standard: 100-130cm.
  • PDF Scheda
 

Rivestimenti di solaio prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Los frentes de forjado son piezas prefabricadas de hormigón polímero que pueden tanto cubrir el frontal de la estructura del piso de cada planta en un edificio, como los balcones y terrazas del mismo, con el fin de evitar filtraciones de agua.
  • frentes de forjado FF
  • A Larghezza Pezzo: 21-36cm.
    Larghezza Solaio: 15-30cm.
    Lunghezza: 130cm.
  • PDF Scheda
  • frentes de forjado FFL
  • A Larghezza Pezzo: 21-36cm.
    Larghezza Solaio: 15-30cm.
    Lunghezza: 130cm.
  • PDF Scheda
  • frentes de forjado FB
  • A Min: 10cm.
    A Mas: 20cm.
    B Min: 37-111cm.
    B Mas: 50-125cm.
  • PDF Scheda
 

Terminali per balcone prefabbricati in calcestruzzo polimerico

El remate de Balcón es una pieza prefabricada de Hormigón Polímero que se coloca como terminación del pavimento del balcón en su encuentro con la fachada o el frente del balcón.
  • remates de balcón RBL
  • A Larghezza appoggio: 16-20cm.
    B Larghezza totale: 18,5-22,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
  • remates de balcón RBY
  • A Larghezza appoggio: 16-20cm.
    B Larghezza totale: 18,5-22,5cm.
    Lunghezza standard: 100cm.
  • PDF Scheda
 

Battiscopa standard in calcestruzzo polimerico

Pieza de remate de pavimento en Hormigón Polímero. La pieza presenta un diseño redondeado para los encuentros de pavimentos y particiones interiores. La cara posterior presenta grava y anclajes metálicos de acero inoxidable para la colocación y agarre de la pieza (vea procedimiento de colocación).
  • zócalos estándar Z
  • C Altezza: 10-50cm.
    D Spessore: 2-2,5cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • zócalos estándar Z45
  • A Altezza: 4,5cm.
    B Spessore: 4,5cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
 

Montanti prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Las jambas hormigón polímero de ULMA Architectural Solutions son las piezas que se colocan verticalmente en los laterales del vano de una ventana o puerta y en la parte superior de las mismas completando el recercado.
  • jambas J
  • A Larghezza totale: 12,5-50,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
  • jambas JC
  • A Larghezza totale: 10-50cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
 

Soglie prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Pieza situada en el escalón de acceso existente en la puerta de entrada o balcón de un edificio.


NOTA: la aplicación de calor al umbral (o a cualquier otra pieza) en la colocación de telas asfálticas o en otras operaciones puede producir pequeñas fisuras.
  • umbrales UM
  • A Larghezza appoggio: 15-30cm.
    B Larghezza totale: 17,5-32,5cm.
    Lunghezza massima: 260cm.
  • PDF Scheda
 

Imposte prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Pezzo di Calcestruzzo Polimerico che oltre a fare da davanzale svolge una funzione estetica nel dare continuità alla linea di davanzale e architrave tra finestra e finestra. Presenta gocciolatoio inferiore. I pezzi sono totalmente maneggiabili data la loro leggerezza e si fabbricano nella misura standard 1300 mm. La base dell’imposta presenta la imposta presenta ghiaia e ancoraggi metallici in acciaio inossidabile, che migliorano e garantiscono la collocazione del pezzo in opera (si vedano procedimenti di messa in opera).
  • impostas L
  • A Larghezza appoggio: 6cm.
    B Larghezza totale: 8,5cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • impostas T
  • A Larghezza appoggio: 8,5cm.
    B Larghezza totale: 12cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • impostas H
  • A Larghezza appoggio: 6cm.
    B Larghezza totale: 8,5cm.
    Lunghezza standard: 130cm.
  • PDF Scheda
  • impostas DC
  • A Larghezza appoggio: 8cm.
    B Larghezza totale: 8cm.
    Lunghezza standard: 260cm.
  • PDF Scheda
 
 
Informazione Tecniche
 

Colori dei prefabbricati in calcestruzzo polimerico

Disponiamo di 3 colori nel nostro catalogo.

  • C-1 Codice: C-1
    Descrizione: BIANCO
  • C-38 Codice: C-38
    Descrizione: GRIGIO
  • C-92 Codice: C-92
    Descrizione: SABBIA
  1. 1. I colori che vengono mostrati in questo documento sono tinte stampate.
  2. 2. Possono sussistere differenze tra questi colori e i colori reali.
  3. 3. Richiedere un campione per evitare confusioni.
  4. 4. I colori ULMA scuri e molto pigmentati potrebbero perdere intensità in seguito a esposizione intensa al sole e alle intemperie.

CTE - Codice Tecnico dell'Edificazione

CTE

In ULMA Architectural Solutions siamo impegnati con il compimento del Codice Tecnico dell’Edilizia. Per questo, abbiamo sviluppato due nuovi modelli di spioventi: MACT e MBCT, in larghezze di 14, 25 e 30 cm.

Le caratteristiche necessarie su cui si basano i nostri spioventi per ottemperare alla norma sono:

  • Avere una inclinazione di 10º. La cosa è stata ottenuta grazie alla loro nuova progettazione.
  • Disporre di gocciolatoio nella parte inferiore perché l'acqua possa scorrere. Tutti i nostri spioventi possiedono questa caratteristica.
  • Inoltre è importante, al momento della posa, che siano separati dai paramenti corrispondenti del parapetto almeno di 2 cm.
  • Devono essere impermeabili. Il materiale di cui sono fatte rende possibile questa caratteristica. Il calcestruzzo polimerico ha un livello di assorbimento d'acqua praticamente nullo.
  • Devono disporre di giunti di dilatazione tra ciascuno dei pezzi qualora si tratti di spioventi prefabbricati, come in questo caso.
  • I giunti tra gli spioventi devono essere realizzati in modo tale da essere impermeabili, sigillati adeguatamente. È importante prestare attenzione alle istruzioni di posa.

Le Equipe Tecniche di R+S di ULMA lavorano per sviluppare i prodotti richiesti dal mercato ed essere sempre attenti alle necessità dei nostri clienti.

Certificati di qualità del calcestruzzo polimerico

I Prefabbricati Architettonici ULMA Architectural Solutions, grazie alla loro studiata composizione di aridi di silice selezionati e resina di poliestere stabile, giungono a ottenere alcune caratteristiche fisico-meccaniche eccellenti, come accreditato dagli Certificati di Qualità emessi da questo prestigioso Ente.

logos

 
TABELLA DI RIEPILOGO DELLE PROPRIETÀ DEL CALCESTRUZZO POLIMERICO ULMA
PRODOTTI ANALIZZATI: CALCESTRUZZO POLIMERICO PER PREFABBRICATI ACHITETTONICI
CARACTERÍSTICA NORMA VALORE CERTIFICATO
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 2: Determinazione della resistenza alla flessione.
EN 14617-2 > 18 MPa
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 15: Determinazione della resistenza alla compressione.
EN 14617-15 > 80 MPa
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 4: Determinazione della resistenza all’abrasione.
EN 14617-4 < 40 mm
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 1: Determinazione della densità apparente e dell'assorbimento d’acqua.
EN 14617-1 < 0.3 %
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 1: Determinazione della densità apparente e dell'assorbimento d’acqua.
EN 14617-1 ≈ 2.1 g/cm3
Coefficiente di dilatazione termica lineare - ≈ 2.15-10-5 ºC-1
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 6: Determinazione della resistenza allo sbalzo termico.
EN 14617-6 > 90%
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 5: Determinazione della resistenza al gelo e al disgelo
EN 14617-5 > 90%
Pietra agglomerata. Metodi di prova.
Parte 10: Determinazione della resistenza chimica.
EN 14617-10 C4

I valori indicati sono valori medi ottenuti nei test presso laboratori accreditati. Sono indicativi e non vincolanti.

Domande frequenti FAQ

  1. 1. Perché il calcestruzzo polimerico è ideale per l'uso sia in nuove costruzioni che in ristrutturazione?
    1. a. Perché è impermeabile e garantisce pertanto la tenuta all'acqua.
    2. b. Perché è molto resistente e durevole.
    3. c. Perché è modellabile e pertanto lavorabile per ottenere forme e dimensioni di ogni tipo.
    4. d. Perché è leggero e permette migliori rendimenti in opera.
  2. 2. Come si comporta il Calcestruzzo polimerico nei confronti della carbonatazione?
    1. a. Il Calcestruzzo polimerico non presenta la tipica patologia di carbonatazione nella quale le armature interne si ossidano e si distaccano dal calcestruzzo, in primo luogo perché è un calcestruzzo non poroso e in secondo luogo perché non va mai armato internamente (non ne ha bisogno data la sua durezza e resistenza).
  3. 3. Quali effetti ha l'inquinamento sul calcestruzzo polimerico?
    1. a. Il Calcestruzzo polimerico offre una resistenza molto alta ai prodotti chimici e ai diversi agenti esterni e pertanto le sue proprietà fisiche non sono condizionate dall’inquinamento.
  4. 4. Le gelate possono causare rotture del calcestruzzo polimerico?
    1. a. No. Il Calcestruzzo polimerico è un calcestruzzo non poroso e per questo non consente l'accesso di acqua che gelando possa espandersi e arrivare a romperlo o a farlo scoppiare.
  5. 5. La corretta installazione del Calcestruzzo polimerico è complicata?
    1. a. Non è per nulla complicata, ma occorre tenere conto di vari aspetti. Il Calcestruzzo polimerico è composto da aridi di silice e resine di poliestere, e pertanto presenta un coefficiente di dilatazione superiore a quello dei materiali tradizionali di opera. Ciò richiede una maggiore attenzione al momento di installare e scegliere i materiali di presa.
  1. FAQ
  2. 6. Di che cosa occorre tener conto per una corretta installazione?
    1. a. Scelta di materiali di presa adeguati. È raccomandabile, soprattutto nei luoghi in cui vi sono grandi variazioni di temperatura, usare malte-colla elastiche per garantire una miglior presa e un assorbimento del movimento di dilatazione.
    2. b. Uso degli ancoraggi meccanici previsti nei pezzi. I prefabbricati di Calcestruzzo polimerico vengono forniti con ancoraggi meccanici annegati nella massa per essere introdotti nella malta-colla di presa. Ciò ci garantisce un buon fissaggio.
    3. c. Previsione di giunti di dilatazione. È assolutamente necessario prevedere giunti di dilatazione di 5 mm per assorbire in movimento tra i pezzi. I giunti dovranno essere sigillati con un materiale adeguato per garantire l'impermeabilità dell'insieme.
  3. 7. Che materiali di presa occorre utilizzare per garantire una buona installazione?
    1. a. È raccomandabile l'utilizzazione di malte-colle elastiche in grado di assorbire il movimento prodotto dalla dilatazione-contrazione del Calcestruzzo polimerico.
  4. 8. Qual è il materiale adeguato per la sigillatura dei giunti?
    1. a. È raccomandabile l'utilizzazione di siliconi con altro modulo di elasticità, resistenza alle intemperie e alta stabilità ai raggi UV per evitare che ingialliscano.

Istruzioni di posa

Passo-passo

Istruzioni di posa delle copertine

  • Pulire la zona in cui si andrà a posare il pezzo. 1 Pulire la zona in cui si andrà a posare il pezzo.
  • Procedere ad aprire gli ancoraggi che presenta nei pezzi nella loro parte posteriore introducendoli nella camera della zona di posa. 3 Procedere ad aprire gli ancoraggi che presenta nei pezzi nella loro parte posteriore introducendoli nella camera della zona di posa.
  • Posare il pezzo mazzuolandolo, livellandolo e allineandolo correttamente. 5 Posare il pezzo mazzuolandolo, livellandolo e allineandolo correttamente.
  • Presentare il seguente pezzo insieme alla giunzione di riferimento. Mazzuolare, livellare e allineare il pezzo secondo la posizione del primo pezzo,. 7 Presentare il seguente pezzo insieme alla giunzione di riferimento. Mazzuolare, livellare e allineare il pezzo secondo la posizione del primo pezzo,.
  • Procedere a sigillare i giunti con un elemento flessibile e impermeabile tipo Sikaflex PRO 2HP. Ripetere l'operazione di seguito. 9 Procedere a sigillare le giunzioni con un elemento flessibile e impermeabile di alta aderenza e modulo di elasticità. È molto raccomandabile che questo elemento abbia buona resistenza ai raggi UV per evitare l’ingiallimento e formazione di crepe.
  • Applicare uno strato di calcestruzzo-colla elastico sia sulla zona di posa che sul pezzo. 2 Applicare uno strato di calcestruzzo-colla elastico sia sulla zona di posa che sul pezzo.
  • Applicare alla copertina uno strato di malta collante elastica tipo C2S2 (doppio incollaggio). Assicurarsi che la malta collante ricopra e circondi  l’ancoraggio. 4 Applicare alla copertina uno strato di malta collante elastica tipo C2S2 (doppio incollaggio). Assicurarsi che la malta collante ricopra e circondi l’ancoraggio.
  • Qualora si debba collocare più di un pezzo, presentare la maestra insieme al pezzo collocato marcando la giunzione di 5 mm tra i pezzi. 6 Qualora si debba collocare più di un pezzo, presentare la maestra insieme al pezzo collocato marcando la giunzione di 5 mm tra i pezzi.
  • Ripulire la giunzione esistente tra i pezzi, facendo scorrere questa verso l'esterno e avendo cura che detta giunzione rimane perfettamente pulita in tutto il suo spessore. 8 Ripulire la giunzione esistente tra i pezzi, facendo scorrere questa verso l'esterno e avendo cura che detta giunzione rimane perfettamente pulita in tutto il suo spessore.

Passo-passo

Istruzioni di posa degli davanzali

  • Forare ed estrarre il primo mattone su ciascun lato dello spazio in cui occorre incastrare il davanzale. 1 Forare ed estrarre il primo mattone su ciascun lato dello spazio in cui occorre incastrare il davanzale.
  • Procedere ad aprire gli ancoraggi che presentano i pezzi nella loro parte superiore, una staffa per ogni lato. 3 Procedere ad aprire gli ancoraggi che presentano i pezzi nella loro parte superiore, una staffa per ogni lato.
  • Collocare il pezzo mazzolandolo, lasciandolo a livello e allineato. 5 Collocare il pezzo mazzolandolo, lasciandolo a livello e allineato.
  • Qualora si debba collocare più di un pezzo, presentare la maestra insieme al pezzo collocato marcando la giunzione di 5 mm tra i pezzi. 7 Qualora si debba collocare più di un pezzo, presentare la maestra insieme al pezzo collocato marcando la giunzione di 5 mm tra i pezzi.
  • Pulire la giunzione esistente tra i pezzi con la stessa maestra facendola scorrere verso l’esterno e prestando attenzione a che detta giunzione rimanga perfettamente pulita in tutto il suo spessore. 9 Pulire la giunzione esistente tra i pezzi con la stessa maestra facendola scorrere verso l’esterno e prestando attenzione a che detta giunzione rimanga perfettamente pulita in tutto il suo spessore.
  • Generare una pendente di appoggio con malta molto ricca in calcestruzzo per formare una superficie resistente nella zona in cui si andrà a collocare il pezzo. 2 Generare una pendente di appoggio con malta molto ricca in calcestruzzo per formare una superficie resistente nella zona in cui si andrà a collocare il pezzo.
  • Applicare alla copertina uno strato di malta collante elastica tipo C2S2 (doppio incollaggio). Assicurarsi che la malta collante ricopra e circondi  l’ancoraggio. 4 Applicare alla copertina uno strato di malta collante elastica tipo C2S2 (doppio incollaggio). Assicurarsi che la malta collante ricopra e circondi l’ancoraggio.
  • Lasciare una giunzione di almeno 5 mm tra il pezzo e il mattone su entrambi i lati. La posa di due strisce di Porexpan di circa 1 cm di spessore ci può servire tanto da calibro quanto da giunzione, dal momento che possiede la capacità di deformazione sufficiente. 6 Lasciare una giunzione di almeno 5 mm tra il pezzo e il mattone su entrambi i lati. La posa di due strisce di Porexpan di circa 1 cm di spessore ci può servire tanto da calibro quanto da giunzione, dal momento che possiede la capacità di deformazione sufficiente.
  • Presentare il pezzo successivo insieme alla maestra delle giunzioni. Mazzuolare, livellare e allineare il pezzo. 8 Presentare il pezzo successivo insieme alla maestra delle giunzioni. Mazzuolare, livellare e allineare il pezzo.
  • Procedere a sigillare le giunzioni con un elemento flessibile e impermeabile di alta aderenza e modulo di elasticità. È molto raccomandabile che questo elemento abbia buona resistenza ai raggi UV per evitare l’ingiallimento e formazione di crepe. 10 Procedere a sigillare le giunzioni con un elemento flessibile e impermeabile di alta aderenza e modulo di elasticità. È molto raccomandabile che questo elemento abbia buona resistenza ai raggi UV per evitare l’ingiallimento e formazione di crepe.

Passo-passo

Istruzioni di posa dell'isolamento

  • 1 Per la pulitura della giunzione non è adatto l'uso di un panno inumidito: meglio soffiare sulla giunzione.

  • 2 La collocazione di un fondo di giunzione (cordone di polietilene di diametro leggermente maggiore della larghezza del giunto da sigillare) ci limita la profondità della sigillatura ed evita l'aderenza del prodotto di sigillatura al fondo della giunzione. A questo scopo va bene anche una pellicola antiaderente.

  • 3 Effettuare l'imprimitura delle facce laterali della giunzione con il Sika Primer 215.

  • 4 Applicare il mastice di poliuretano. (Sikaflex Pro 2 HP o similare)

INFORMAZIONI IMPORTANTI:
Tutti gli ordini sono corredati dalle istruzioni per la posa in opera e dal numero necessario di maestre per la realizzazione delle fughe.

Modello DCT

Istruzioni di posa delle architravi

  • Colocar el dintel cargadero sobre la hilada de ladrillo correspondiente, apoyando el mismo sobre la fachada unos 12 cm a cada lado (recomendable). (Ver Fig. 1) 1
    • Colocar el dintel cargadero sobre la hilada de ladrillo correspondiente, apoyando el mismo sobre la fachada unos 12 cm a cada lado (recomendable). (Ver Fig. 1)
    • L'architrave presenta alcuni dadi filettati M8 annegati nella massa ogni 50 cm.
  • Fijar el dintel al forjado superior o cualquier elemento resistente utilizando unas pletinas de acero inoxidable de forma de L (ver Fig.3). Se atornilla la pletina a las tuercas del dintel y en el otro extremo se atornilla al forjado. 2
    • Fissare l'architrave al rivestimento superiore o a qualsiasi elemento resistente utilizzando piastre di acciaio inossidabile a forma di L (si veda Fig.2). La piastra va avvitata ai dadi dell'architrave e all'altra estremità si avvita al rivestimento.
    • Si raccomanda di realizzare questa operazione in tutti gli ancoraggi di cui l'architrave dispone.
      Nota: la piastra deve avere dalla parte dell'architrave un orifizio per la possibile eccentricità rispetto alla posizione presentata dagli ancoraggi dell’architrave.
 

Modello DC
Istruzioni di posa di architravi caricatoio

  • Collocare l'architrave sotto carico sulla fila di mattoni corrispondente, appoggiando la stessa sulla facciata a circa 12 cm su ogni lato  (raccomandabile) (si veda Fig. 1) 1
    • Collocare l'architrave sotto carico sulla fila di mattoni corrispondente, appoggiando la stessa sulla facciata a circa 12 cm su ogni lato (raccomandabile) (si veda Fig. 1)
    • Collocare un puntello al centro del vano al fine di ottenere un buon livellamento dello stesso. (si veda Fig.2)
    • L’architrave presenta ancoraggi galvanizzati ogni 50 cm, con perforazioni.
  • Collocare un puntello al centro del vano al fine di ottenere un buon livellamento dello stesso. 2
    • Fissare l'ancoraggio dell'architrave sotto carico al rivestimento superiore o qualsiasi elemento resistente mediante nastro metallico o filo di acciaio. Tendere il nastro o torcere il filo fino a creare una controfreccia nel centro del vano dell'architrave, il che ci obbligherà al riposizionamento del puntello. (si veda Fig.3)
    • Si raccomanda di effettuare questa operazione in tutti gli ancoraggi di cui l'architrave dispone.
  • L’architrave presenta ancoraggi galvanizzati ogni 50 cm, con perforazioni. 3
    • Una volta assoggettata l'architrave, si procede a continuare la facciata al di sopra di questa.
    • Una volta che l'architrave sia stata caricata e sia trascorso il tempo minimo necessario per l'essiccamento e la presa degli elementi che sono intervenuti nella realizzazione della facciata, si procede a ritirare il puntello.

Architravi con un'estremità in aggetto
Si procede come nelle sezioni precedenti, ma occorre tener conto che nel estremità in cui abbiamo il pezzo in aggetto dovremo prevedere un ancoraggio per legare e/o fissare il pezzo stesso. Nel caso in cui l'architrave non disponga all'estremità di un ancoraggio, questo dovrà essere creato in opera mediante un tassello ad espansione.

Passo-passo

Istruzioni di posa delle rivestimenti di solaio

  • Preparar una base que sirva de soporte y alineación de los frentes a colocar. 1 Preparar una base que sirva de soporte y alineación de los frentes a colocar.
  • Tagliare le bacchette filettate alla misura richiesta (devono penetrare almeno 5 cm nel calcestruzzo sano del solaio). Avvitare le bacchette alle apposite boccole sulla parte posteriore del frontale. 3 Tagliare le bacchette filettate alla misura richiesta (devono penetrare almeno 5 cm nel calcestruzzo sano del solaio). Avvitare le bacchette alle apposite boccole sulla parte posteriore del frontale.
  • Riempire i fori realizzati con ancorante chimico (per farlo occorre tenere conto dei tempi di indurimento dell'ancorante specificati dal produttore). 5 Riempire i fori realizzati con ancorante chimico (per farlo occorre tenere conto dei tempi di indurimento dell'ancorante specificati dal produttore).
  • Posare i pezzi allineandoli perfettamente e lasciare una fuga di almeno 3 mm. 7 Posare i pezzi allineandoli perfettamente e lasciare una fuga di almeno 3 mm.
  • Predisporre una dima con la posizione degli ancoraggi prendendo a modello uno dei frontali. 2 Predisporre una dima con la posizione degli ancoraggi prendendo a modello uno dei frontali.
  • Applicare un letto di malta adesiva elastica tipo C2S2 sulla parte orizzontale superiore per consolidare l'appoggio del pezzo. 4 Applicare un letto di malta adesiva elastica tipo C2S2 sulla parte orizzontale superiore per consolidare l'appoggio del pezzo.
  • Inserire il pezzo con gli ancoraggi a battuta sulla base predisposta in precedenza e verificare che sia a piombo sia orizzontalmente che verticalmente. 6 Inserire il pezzo con gli ancoraggi a battuta sulla base predisposta in precedenza e verificare che sia a piombo sia orizzontalmente che verticalmente.
  • Sigillare le fughe con materiale flessibile e con aderenza elevata per evitare infiltrazioni d’acqua. Per evitarne l'ingiallimento e la cavillatura, conviene scegliere un materiale con un buon comportamento nei confronti dei raggi UV. 8 Sigillare le fughe con materiale flessibile e con aderenza elevata per evitare infiltrazioni d’acqua. Per evitarne l'ingiallimento e la cavillatura, conviene scegliere un materiale con un buon comportamento nei confronti dei raggi UV.
 
Vantaggi
 

Vantaggi Prefabbricati ULMA

Vantaggi che ci distinguono
  • Rete Commerciale propria dedicata esclusivamente a offrire direttamente in opera la migliore attenzione personalizzata ai nostri clienti.
  • Equipe tecnica propria che offre consulenza tecnica personalizzata ai nostri clienti dando soluzioni particolareggiate per ciascun progetto.
  • Dipartimento di R+S per lo sviluppo di nuovi prodotti.
  • Esperienza di oltre 20 anni in Calcestruzzo polimerico al servizio delle necessità dei nostri clienti.
  • Grande capacità produttiva con un impianto di produzione di 12.000 m2 per soddisfare qualsiasi necessità dei nostri clienti.
  • Garanzia di Qualità testata con certificati di qualità propri emessi da enti di prestigio.
  • Materiale leggero che facilita la manipolazione e la collocazione in opera.
  • Materiale impermeabile che evita la necessità di posa di lamine impermeabili per rispettare le norme del CTE a differenza di altri materiali, per cui è necessaria l'utilizzazione di tali lamine.
Calcestruzzo polimerico

Vantaggi del calcestruzzo polimerico ULMA

  • Resistenza alla compressione Resistenza alla compressione Il Calcestruzzo polimerico applicato ai sistemi prefabbricati arriva a reggere fino a 30,2 MPa in confronto ai 7-9 MPa che sopporta il calcestruzzo tradizionale tema di rompersi o screpolarsi.

  • Resistenza ai prodotti chimici Resistenza ai prodotti chimici È dimostrato che il Calcestruzzo polimerico è uno dei materiali più resistenti a qualsiasi tipo di prodotto chimico. E che i suoi componenti non reagiscono al contatto, evitando così la disgregazione o la deformazione del prodotto.

  • Inalterabile nei cicli di gelo e disgelo Inalterabile nei cicli di gelo e disgelo Questo materiale, contrariamente a quelli tradizionali, non è condizionato dai cicli di gelo e disgelo, che gli consente di evitare la comparsa di fessure o spaccature e di mantenere intatte tutte le proprietà fisiche.

  • Resistente all'urto e all'abrasione Resistente all'urto e all'abrasione Il Calcestruzzo polimerico, essendo un materiale composto, garantisce la perfetta conservazione delle superfici senza percezione di logoramento alcuno dovuto all'uso o al trascorrere del tempo.

  • Leggerezza Leggerezza Grazie alle sue eccellenti proprietà meccaniche, permette la realizzazione di pezzi con profilo molto fine, il che contribuisce all'alleggerimento. La leggerezza si converte a sua volta in economia dal momento che si riduce il ricorso a mezzi ausiliari di trasporto in cantiere.

  • Deterioramento per abrasione Deterioramento per abrasione La durezza degli aggregati di silice garantisce una buona conservazione delle superfici esposte al traffico su ruote, data l’ottima resistenza all’abrasione del Calcestruzzo polimerico.

  • Possibilità estetiche e di colori Possibilità estetiche e di colori Grazie alla sua fabbricazione mediante stampi offre una grande libertà per la progettazione. Permette di adattare i pezzi alle necessità di ciascun progetto e al criterio dell’architetto. La leggerezza dei pezzi offre un nuovo concetto di estetica architettonica per le facciate degli edifici.

  • Ideale per l’evacuazione di fluidi Ideale per l’evacuazione di fluidi La natura polimerica di questo materiale permette di ottenere superfici lisce e a bassissimo attrito nei prefabbricati, il che facilita il rapido scorrimento dei fluidi, offrendo inoltre un indice di assorbimento dell'acqua praticamente nullo rispetto al 5-10% del calcestruzzo tradizionale.